1793-94: la dittatura del Comitato di salute pubblica

In una regione, la Vandea, scoppiò una rivolta contadina perché si diceva che si voleva combattere per vendicare il re ucciso e per salvare il cristianesimo. Questa rivolta avvenne anche perché le terre confiscate alla Chiesa erano finite tutte in mano alla borghesia. Inoltre esisteva un forte malumore per la guerra che aveva determinato arruolamenti obbligatori ed anche per la … Continua a leggere

Tra il 1792 e il 1793: la Convenzione nazionale

I Sanculotti riuscirono a far approvare una serie di importanti riforme, tra cui la più importante era il suffragio universale, cioè il diritto di voto per tutti i cittadini maschi adulti. Nel 1792 inizia i lavori una nuova assemblea, la Convenzione nazionale. Essa era divisa in tre gruppi: i Girondini, sostenitori della guerra e contrari alla monarchia, ma desiderosi di … Continua a leggere

1792: guerra civile e guerra patriottica

In Francia c’era tanto entusiasmo per le idee rivoluzionarie, ma anche tanta preoccupazione per la forte crisi economica. Inoltre divenivano sempre più forti le minacce degli Stati europei che volevano vendicare le offese arrecate alla corona e stroncare la Rivoluzione. Il re sotto sotto sperava che gli stati europei intervenissero e ripristinassero la monarchia assoluta. Gli stessi stati europei volevano … Continua a leggere

Tra il 1789 e il 1791: dall’Assemblea nazionale alla prima Costituzione

In Francia gli anni che vanno dal 1789 al 1791 sono pieni di eventi importanti. Tra l’agosto 1789 e il settembre 1791 chiuse i lavori l’Assemblea nazionale costituente. Vediamo come era composta. C’erano gli Aristocratici che volevano che nulla cambiasse. Poi c’erano i Monarchici che volevano una monarchia sul modello inglese. Poi c’erano i Costituzionali, cioè il gruppo di coloro … Continua a leggere

La Rivoluzione: luglio-agosto 1789

Il 5 maggio 1789 a Versailles, alla presenza del re, si riunisce l’assemblea degli Stati Generali. Erano presenti 291 rappresentanti del clero, 270 della nobiltà, 578 del Terzo stato. Ci fu subito un primo problema: votare per ordine o per testa. Se si fosse votato per ordine, avrebbero sempre vinto il clero e la nobiltà, se si fosse votato per … Continua a leggere

La convocazione degli Stati Generali

La Francia, nonostante stesse abbastanza bene da un punto di vista culturale, era rovinata sotto il profilo economico; anzi dobbiamo dire che era sull’orlo della bancarotta. Questa situazione era stata generata dalle continue guerre, dal lusso della corte e dalle folli spese che si sostenevano per mantenere lo Stato. Tra il 1775 e il 1789 in Francia ci fu una … Continua a leggere

La Francia dell’ “Ancien régime”

La Francia tra gli anni che vanno dal 1720 al 1770 era molto migliorata sul piano del benessere sociale e contava circa 26 milioni di abitanti. A fronte di questo benessere sociale, persisteva ancora un modello politico basato sull’ “Ancien régime” che contemplava una divisione della nazione in tre ordini o stati. Il primo stato era costituito dal clero, che si … Continua a leggere